Idea risparmio: ristrutturare una cucina sostituendo il top

Il top di una cucina, più di qualsiasi altra parte, è certamente sottoposto a usura nel tempo. Non solo: traslochi, ristrutturazioni di ambienti o semplici idee di cambiamento in cucina sono complicate o ostacolate dalla sistemazione del top esistente. Un lavoro che dovrebbe essere demandato a personale esperto e spesso con risultati non soddisfacenti.

E’ questa la ragione per cui ci viene sempre più richiesto, da parte di tanti clienti, di intervenire attraverso il rifacimento nuovo del top per dare nuova vita alla propria cucina. Una soluzione ideale per il cliente perché, da un lato, si può ringiovanire la cucina nonché soddisfare in pieno le esigenze di cambiamento e, dall’altro, si possono contenere dei costi entro margini ragionevoli.

La pietra acrilica, con le proprie caratteristiche di versatilità e plasmabilità, rappresenta il materiale ideale per questo tipo di lavoro. E richiede un impiego di tempo ideale: in pochi giorni si fanno i rilievi, si realizza il top con gli elettrodomestici esistenti e si installa adattandolo alle nuove esigenze.

La nostra azienda si è ormai specializzata in questo tipo di interventi. Quindi, se avete in mente qualche cambiamento in cucina, contattateci. Discuteremo insieme quale soluzione sia la migliore per voi.


Salina: massimo sfruttamento dello spazio in un unico arredo

living-kitchen

In una società sempre più attenta all’impatto che la nostra vita ha sull’ambiente e, allo stesso tempo, in cui l’urbanizzazione è sempre più intensa, i piccoli appartamenti costituiscono la maggior parte delle abitazioni in cui ci troviamo a vivere e che abbiamo la necessità di sfruttare nel migliore dei modi. L’arredo Salina nasce per rispondere a queste necessità, con le sue linee pulite e i volumi compatti entra nei nostri monolocali, portando al suo interno molto più di quanto si possa notare a prima vista.

13_ld

Frutto di un attento equilibrio tra ingegno e creatività, ci permette di ritrovare in una singola stanza un ambiente completo e multiuso composto da: cucina, living, zona relax e zona notte.

3_ld

Collocato al centro della stanza, o lungo una delle sue pareti, l’arredo multifunzionale presenta vani e cassetti in cui deporre i propri oggetti, un divano su cui riposarsi o accogliere gli ospiti, piani di lavoro estraibili ed elettrodomestici a scomparsa di ultima generazione per preparare gustose ricette, tavoli telescopici su cui poter allestire cene in compagnia animate anche dal sistema audio integrato di casse con sistema bluetooth grazie al quale godere della propria musica preferita, ed infine, quando arriva la sera, un comodo letto estraibile che per tutta la giornata è rimasto lì, in attesa, all’interno della struttura.

11_ld

Salina riesce a soddisfare i bisogni del vivere quotidiano perché si adatta e si modifica al bisogno, conservando sempre il suo aspetto raffinato e contemporaneo.

Il progetto è stato presentato in anteprima durante l’IMM Colonia, nella sezione Living Kitchen 2017 suscitando molta curiosità e interesse da parte degli operatori del settore.

Per richiesta info e prezzi: info@artemarredi.it

8_ld


Architetto? Artigiano? Il 16 aprile vieni a scoprire la pietra acrilica!

Open House per artigiani e progettisti sulla pietra acrilica

Giovedì 16 aprile si svolgerà una demo di un paio di ore sulla lavorazione della pietra acrilica presso il laboratorio Artema a Paternò, in Contrada Monafria. L’Open House è organizzato in collaborazione con la “Betacryl” (produttore di pietra acrilica) e il rivenditore siciliano del prodotto “Etnalegno”.

i-colori-della-pietra-acrilica-betacryl03

La demo si svolgerà in due momenti: il primo, che si terrà la mattina, è rivolto esclusivamente agli artigiani che vogliono intraprendere o conoscere meglio le tecniche di lavorazione della pietra acrilica.

Il secondo momento invece si svolgerà nel pomeriggio e sarà rivolto a tutti i progettisti e architetti che vorrebbero impiegare questo materiale all’interno dei loro progetti.

In entrambi i momenti verranno illustrate le tecniche di lavorazione, le finiture che è possibile ottenere e una dimostrazione di saldatura e termoformatura.

Il workshop è totalmente gratuito. Per partecipare è necessario prenotarsi al numero 095.9899630 o mandare una e-mail con i propri recapiti all’indirizzo info@artemarredi.it o compilare il seguente form

Non mancate!

Ecco una pianta per raggiungerci:

Mappa Stradale c


Non solo pietra acrilica: un vecchio progetto di un amico.

Siamo felici di ritrovare il nostro amico Ettore Colletto, wedding photographer ultra-premiato della provincia di Messina, nel suo studio di S. Agata di Militello (ME). Due anni fa ci aveva chiesto di mettere il naso nel suo vecchio studio e trovare una soluzione che sfruttasse al massimo lo spazio disponibile. Il suo desiderio era creare un ambiente di lavoro e uno spazio di accoglienza per la sua clientela che uscisse fuori dagli schemi commerciali e valorizzasse di più la sua figura di fotografo professionista.

Senza titolo-1

La scelta è ricaduta su uno stile minimalista e contemporaneo, con il preciso intento di dare maggiore visibilità alle sue foto, le uniche vere protagoniste. I banchi di lavoro e ricezione pubblico a forma di semi-cerchio, con un piano in vetro temperato trasparente sospeso, hanno contribuito a snellire e rendere otticamente più grande il piccolo spazio a disposizione. Una zona ufficio vivace e colorata nel retro, invece, ha rotto quello schema rigido iniziale creando un ambiente più intimo.

Vedersi accogliere con un sorriso e un abbraccio fa capire che ci siamo riusciti. Vedere Ettore che continua ad avere riconoscimenti e premi internazionali, invece, è un piacere a parte.

Ufficio

Per chi vuole conoscere meglio Ettore: http://www.ettorecolletto.com/


Sfruttamento al centimetro degli spazi: cucina e zona giorno in piena armonia

Porta la firma dell’Arch. Giuseppe Mirenda la cucina realizzata da Artema per un’abitazione privata a San Pietro Clarenza (CT). La separazione tra la zona cucina e la zona soggiorno è caratterizzata da una vetrata con porta scorrevole (sempre in vetro) che si incastona e si nasconde all’interno del mobile contenitore.

9489548b68c5048137c1640f65664e93

Il piano della cucina è stato realizzato in pietra acrilica Betacryl ed ha il lavello integrato. Le ante del mobile contenitore sono nobilitate con una foglia di rovere americano su una struttura in grigio antracite.

3ec72cc2a559ed11264238c6e8bc72de

a7af59f175fffb408dd6433237d13c7c


Molto diversi, eppure…

h_42061_04

Lo Studio Polpo, con sede a Sheffield, ha scelto la Pietra Acrilica (Solid Surface, in questo caso Hi-Macs) e OSB (un pannello a lamelle orientate in materiale legnoso molto povero e grezzo) per realizzare una serie di arredi destinati allo spazio espositivo di Bloc Projects.

Gli elementi creati esplorano in un’ottica ludica tutte le caratteristiche e possibilità di questi due diversissimi materiali. I complementi, una scrivania, un contenitore e una vetrina, sono fabbricati da WALL™ (We Are Limitless Limited), un’azienda specializzata insediata nel Nord Est dell’Inghilterra, che fabbrica arredi su misura.

h_42061_09

Il progetto è stato richiesto per il desiderio di avere dei complementi versatili e utilizzabili sia per l’ufficio, sia per meeting ed esposizioni, ma allo stesso tempo in grado di salvare lo spazio all’interno della location di Bloc Projects, adibita principalmente a galleria d’arte. Il risultato, chiamato Bloc Objects, è costituito da una serie di arredi che funzionano sia singolarmente sia combinati in differenti configurazioni, a seconda della necessità del momento.

h_42061_05

Questi tre mobili possono infatti essere ‘connessi’ tra loro per creare dei solidi bianchi senza giunzioni, oppure separati per rivelare un rivestimento interno OSB materico e grezzo. La purezza della Pietra Acrilica ha creato dunque un efficace contrasto con la struttura portante in legno, generalmente occultata dai fabbricanti. Avvicendando la configurazione di questi tre oggetti si possono soddisfare diverse esigenze funzionali ed estetiche.

h_42061_01 h_42061_02

Questi elementi d’arredo costituiscono la prima fase di uno studio più vasto, previsto dallo Studio Polpo e fatto per esaminare i vari modi in cui si possono sviluppare e organizzare le attività e gli eventi nello spazio di Bloc Projects. Infatti, i mobili ideati dallo Studio Polpo fungono sia da supporti per le esposizioni sia da archivi per svolgere il lavoro amministrativo, senza mai contraddire le precise esigenze estetiche della galleria.

Il progetto si è concentrato sullo studio della funzionalità, della flessibilità e della semplicità all’interno degli spazi espositivi, incorporando sempre un elemento di ricerca e sorpresa.

h_42061_10 h_42061_12

Se da un lato eravamo sedotti dalla finitura liscia e perfetta ottenibile con il solid surface, dall’altro – quasi maliziosamente – ci entusiasmava l’idea di rivelare la carcassa più grezza e nascosta che, comunque, svolge forse la funzione più importante per il mobile in sé. Diversificando la configurazione di questi tre oggetti si rivela questa inderdipendenza, ma si consente nel contempo a Bloc Projects di rispondere a particolari esigenze sia funzionali sia estetiche.” (Jonathan Orlek, Studio Polpo).

h_42061_14

Articolo e immagini tratte da Archiportale.

Tutti i diritti d’autore sono riservati.