Non solo pietra acrilica: un vecchio progetto di un amico.

Siamo felici di ritrovare il nostro amico Ettore Colletto, wedding photographer ultra-premiato della provincia di Messina, nel suo studio di S. Agata di Militello (ME). Due anni fa ci aveva chiesto di mettere il naso nel suo vecchio studio e trovare una soluzione che sfruttasse al massimo lo spazio disponibile. Il suo desiderio era creare un ambiente di lavoro e uno spazio di accoglienza per la sua clientela che uscisse fuori dagli schemi commerciali e valorizzasse di più la sua figura di fotografo professionista.

Senza titolo-1

La scelta è ricaduta su uno stile minimalista e contemporaneo, con il preciso intento di dare maggiore visibilità alle sue foto, le uniche vere protagoniste. I banchi di lavoro e ricezione pubblico a forma di semi-cerchio, con un piano in vetro temperato trasparente sospeso, hanno contribuito a snellire e rendere otticamente più grande il piccolo spazio a disposizione. Una zona ufficio vivace e colorata nel retro, invece, ha rotto quello schema rigido iniziale creando un ambiente più intimo.

Vedersi accogliere con un sorriso e un abbraccio fa capire che ci siamo riusciti. Vedere Ettore che continua ad avere riconoscimenti e premi internazionali, invece, è un piacere a parte.

Ufficio

Per chi vuole conoscere meglio Ettore: http://www.ettorecolletto.com/


Le linee che spariscono

Si dice spesso che uno dei vantaggi dell’applicazione della pietra acrilica (solid surface) rispetto ad altri materiali consista nella sparizione della linee di giunzione. In effetti, l’esempio calzante è proprio quello di una cucina ad angolo. Avete presente quelle giunzioni presenti nei piani in marmo (o in okite/quarzite) nelle cucine ad angolo? Con l’impiego della pietra acrilica quella linea diventa impercettibile.

Cucina ad angolo

Saldatura di cucina ad angolo

La sparizione della linea tuttavia non è una mera questione estetica. Risolve allo stesso tempo l’atavico problema della pulizia evitando che in quella linea si annidi col passar del tempo lo sporco difficile da eliminare. Una facilitazione di cui spesso, al momento della scelta del piano della propria cucina, non si tiene conto.

Il procedimento della saldatura richiede poi poco tempo per il personale qualificato e con le attrezzature giuste. Una buona riuscita della saldatura dipende proprio anche da questo.

Il risultato finale

Il risultato finale


Cosa vuol dir “termoformare”…

c39

Dall’enciclopedia Treccani:

termoformatura s. f. [comp. di termo- e formatura]. – Nella tecnica industriale, sistema di formatura di manufatti in materiale plastico, di grande superficie e piccolo spessore, consistente nel riscaldare alla temperatura di rammollimento un foglio del materiale e nel farlo aderire allo stampo mediante creazione di una forte depressione o pressione d’aria.

Guardate questo video che mostra, meglio delle parole, le enorme potenzialità della pietra acrilica e della termoformatura…

Designer e architetti, spazio alle idee!


Luce al Bermondsey Warehouse Loft!

Eliminare il superfluo per guadagnare luce, spazio e funzionalità, questo era l’obiettivo di FORM Design Architecture per il rinnovamento del Bermondsey Warehouse Loft nella zona sud di Londra. La ridistribuzione dello spazio e l’impiego di materiali di alta qualità quali HI-MACS® hanno reso questo loft l’ambiente ideale per vivere e lavorare.

39801_05

Quello che avrebbe dovuto essere un piccolo intervento si è trasformato nel rinnovamento completo di un appartamento sito in un ex magazzino in stile vittoriano, il cui carattere industriale era andato perso in seguito a una riorganizzazione degli spazi tipica degli anni ’90. Il risultato è un loft in stile newyorkese nella cui trasformazione hanno svolto un ruolo fondamentaleMalcolm Crayton, il direttore di FORM Design Architecture, e l’architetto incaricato del progetto Mike Neale.

Cucina, ufficio, zona relax e palestra, ecco gli spazi del Bermondsey Warehouse Loft, in cui le pareti intervengono solo per creare una separazione tra la camera e i locali di servizio, cioè il bagno, il ripostiglio e la lavanderia. Il design degli elementi in Hi-Macs con finitura Alpine White mantiene l’uniformità dell’appartamento, in cui ogni zona ha un carattere proprio e si differenzia chiaramente dal resto, nonostante siano state eliminate le pareti divisorie.

hi-macs_bermondsey_warehouse_loft_0112

Il loft, di 17 m x 6 m, è caratterizzato dall’ampiezza degli spazi, da una sensazione di libertà di movimento, dalla lucentezza che si sprigiona dai toni del bianco che dominano le pareti e dalla pietra acrilica HI-MACS®, che colpisce in maniera particolare nella cucina a isola, nella scrivania e nelle mensole posizionate sopra di essa.

La presenza di Hi-Macs conferisce un modernità a uno spazio in cui le pareti in mattoni tipiche dell’epoca industriale sono state preservate e dipinte di bianco, mentre il pavimento in legno fornisce un sapore rustico, calore ed esclusività. Sebbene sembrino originali dell’epoca del magazzino vittoriano, le assi del pavimento sono state in realtà recuperate da un’antica cappella gallese.

Articolo tratto da: http://www.himacs.eu/it/bermondsey-warehouse-loft

– See more at: http://www.himacs.eu/it/bermondsey-warehouse-loft#sthash.3JGfQjNI.dpuf