Salina: massimo sfruttamento dello spazio in un unico arredo

living-kitchen

In una società sempre più attenta all’impatto che la nostra vita ha sull’ambiente e, allo stesso tempo, in cui l’urbanizzazione è sempre più intensa, i piccoli appartamenti costituiscono la maggior parte delle abitazioni in cui ci troviamo a vivere e che abbiamo la necessità di sfruttare nel migliore dei modi. L’arredo Salina nasce per rispondere a queste necessità, con le sue linee pulite e i volumi compatti entra nei nostri monolocali, portando al suo interno molto più di quanto si possa notare a prima vista.

13_ld

Frutto di un attento equilibrio tra ingegno e creatività, ci permette di ritrovare in una singola stanza un ambiente completo e multiuso composto da: cucina, living, zona relax e zona notte.

3_ld

Collocato al centro della stanza, o lungo una delle sue pareti, l’arredo multifunzionale presenta vani e cassetti in cui deporre i propri oggetti, un divano su cui riposarsi o accogliere gli ospiti, piani di lavoro estraibili ed elettrodomestici a scomparsa di ultima generazione per preparare gustose ricette, tavoli telescopici su cui poter allestire cene in compagnia animate anche dal sistema audio integrato di casse con sistema bluetooth grazie al quale godere della propria musica preferita, ed infine, quando arriva la sera, un comodo letto estraibile che per tutta la giornata è rimasto lì, in attesa, all’interno della struttura.

11_ld

Salina riesce a soddisfare i bisogni del vivere quotidiano perché si adatta e si modifica al bisogno, conservando sempre il suo aspetto raffinato e contemporaneo.

Il progetto è stato presentato in anteprima durante l’IMM Colonia, nella sezione Living Kitchen 2017 suscitando molta curiosità e interesse da parte degli operatori del settore.

Per richiesta info e prezzi: info@artemarredi.it

8_ld


Il top in pietra acrilica è irrinunciabile anche in una piccola cucina!

Un top in pietra acrilica riesce a rendere unica anche una cucina dalle dimensioni compatte.

20160512_164332_resized

Pensateci prima di procedere alla scelta di un piano di lavoro: scegliete un piano certificato, scegliete un’azienda certificata “made in Italy”.

20160512_164254_resized20160512_164316_resized20160512_164209_resized


La cucina che rinasce

Se pensate che la vostra cucina senta ormai il peso degli anni, c’è una soluzione pratica ed economica per ringiovanirla: sostituire il vecchio top con uno in pietra acrilica.

Si sa che la cucina è uno degli ambienti più vissuti della casa. Ogni famiglia ha potuto verificare, al momento dell’acquisto, quali e quante scelte vanno fatte per renderla comoda, bella e soprattutto funzionale rispetto alle proprie esigenze. Ma si sa, dopo tanti anni anche le migliori scelte possono sentire il peso degli anni.

C’è un elemento che, più di tutti, ha un impatto maggiore sulla qualità percepita e sulla durata della vostra cucina: è il top.

IMG-20150722-WA0009

Allora, in un momento difficile, in cui l’investimento per una nuova cucina risulta pesante per i bilanci familiari, si può ottenere un ottimo risultato sostituendo il vecchio piano di lavoro in laminato con uno in pietra acrilica, magari con lavello integrato.

Il risultato è garantito: igiene e bellezza la faranno risorgere e l’investimento sarà contenuto. E’ il caso di questi nostri clienti che, approfittando di un trasloco, hanno deciso di rifare il piano di lavoro. Il risultato giudicatelo voi.

?

IMG-20150722-WA0005


Sfruttamento al centimetro degli spazi: cucina e zona giorno in piena armonia

Porta la firma dell’Arch. Giuseppe Mirenda la cucina realizzata da Artema per un’abitazione privata a San Pietro Clarenza (CT). La separazione tra la zona cucina e la zona soggiorno è caratterizzata da una vetrata con porta scorrevole (sempre in vetro) che si incastona e si nasconde all’interno del mobile contenitore.

9489548b68c5048137c1640f65664e93

Il piano della cucina è stato realizzato in pietra acrilica Betacryl ed ha il lavello integrato. Le ante del mobile contenitore sono nobilitate con una foglia di rovere americano su una struttura in grigio antracite.

3ec72cc2a559ed11264238c6e8bc72de

a7af59f175fffb408dd6433237d13c7c


Le linee che spariscono

Si dice spesso che uno dei vantaggi dell’applicazione della pietra acrilica (solid surface) rispetto ad altri materiali consista nella sparizione della linee di giunzione. In effetti, l’esempio calzante è proprio quello di una cucina ad angolo. Avete presente quelle giunzioni presenti nei piani in marmo (o in okite/quarzite) nelle cucine ad angolo? Con l’impiego della pietra acrilica quella linea diventa impercettibile.

Cucina ad angolo

Saldatura di cucina ad angolo

La sparizione della linea tuttavia non è una mera questione estetica. Risolve allo stesso tempo l’atavico problema della pulizia evitando che in quella linea si annidi col passar del tempo lo sporco difficile da eliminare. Una facilitazione di cui spesso, al momento della scelta del piano della propria cucina, non si tiene conto.

Il procedimento della saldatura richiede poi poco tempo per il personale qualificato e con le attrezzature giuste. Una buona riuscita della saldatura dipende proprio anche da questo.

Il risultato finale

Il risultato finale


Luce al Bermondsey Warehouse Loft!

Eliminare il superfluo per guadagnare luce, spazio e funzionalità, questo era l’obiettivo di FORM Design Architecture per il rinnovamento del Bermondsey Warehouse Loft nella zona sud di Londra. La ridistribuzione dello spazio e l’impiego di materiali di alta qualità quali HI-MACS® hanno reso questo loft l’ambiente ideale per vivere e lavorare.

39801_05

Quello che avrebbe dovuto essere un piccolo intervento si è trasformato nel rinnovamento completo di un appartamento sito in un ex magazzino in stile vittoriano, il cui carattere industriale era andato perso in seguito a una riorganizzazione degli spazi tipica degli anni ’90. Il risultato è un loft in stile newyorkese nella cui trasformazione hanno svolto un ruolo fondamentaleMalcolm Crayton, il direttore di FORM Design Architecture, e l’architetto incaricato del progetto Mike Neale.

Cucina, ufficio, zona relax e palestra, ecco gli spazi del Bermondsey Warehouse Loft, in cui le pareti intervengono solo per creare una separazione tra la camera e i locali di servizio, cioè il bagno, il ripostiglio e la lavanderia. Il design degli elementi in Hi-Macs con finitura Alpine White mantiene l’uniformità dell’appartamento, in cui ogni zona ha un carattere proprio e si differenzia chiaramente dal resto, nonostante siano state eliminate le pareti divisorie.

hi-macs_bermondsey_warehouse_loft_0112

Il loft, di 17 m x 6 m, è caratterizzato dall’ampiezza degli spazi, da una sensazione di libertà di movimento, dalla lucentezza che si sprigiona dai toni del bianco che dominano le pareti e dalla pietra acrilica HI-MACS®, che colpisce in maniera particolare nella cucina a isola, nella scrivania e nelle mensole posizionate sopra di essa.

La presenza di Hi-Macs conferisce un modernità a uno spazio in cui le pareti in mattoni tipiche dell’epoca industriale sono state preservate e dipinte di bianco, mentre il pavimento in legno fornisce un sapore rustico, calore ed esclusività. Sebbene sembrino originali dell’epoca del magazzino vittoriano, le assi del pavimento sono state in realtà recuperate da un’antica cappella gallese.

Articolo tratto da: http://www.himacs.eu/it/bermondsey-warehouse-loft

– See more at: http://www.himacs.eu/it/bermondsey-warehouse-loft#sthash.3JGfQjNI.dpuf


Un top al giorno…

Oggi abbiamo consegnato e montato un top in pietra acrilica in una città vicina (abbiamo usato il betacryl per via del lavello unico da 70 cm).

Un lavoro non difficile, ma che richiede un po’ di esperienza e di attenzione. Sulla cucina (realizzata da un artigiano) l’effetto complessivo é apparso notevole.

Qui il lavoro finito in laboratorio. Domani se ne inizia un altro?

20140710-203124-73884920.jpg